Diventa donatore!

disegno7Le donazioni rappresentano  una garanzia per la salute di chi RICEVE e di chi DONA!

Chiunque abbia un’età compresa tra i 18 e i 60 anni (il donatore periodico può proseguire fino a 65 anni secondo giudizio del medico) ed un peso corporeo non inferiore a 50 Kg, può presentarsi presso una sede AVIS e chiedere di inscriversi per donare il sangue.
Chi intende diventare donatore di sangue può recarsi presso l’Unità di Raccolta Territoriale degli OO.RR. (Ospedali Riuniti) di Ancona, a Castelfidardo in via XXV Aprile, 61 o nella nostra sede AVIS in via Matteotti, 19 – 60022 Castelfidardo (AN). L’aspirante donatore avrà un colloquio con il medico che valuterà l’idoneità a donare. Dopo la visita medica verrà effettuato un prelievo del sangue necessario per eseguire gli esami di laboratorio prescritti per legge.

disegno6Accertata l’idoneità, il nuovo donatore potrà effettuare la sua prima donazione. L’intervallo minimo tra una donazione di sangue intero e l’altra è di 90 giorni. La frequenza annua delle donazioni non deve essere superiore a 4 volte l’anno per gli uomini e 2 volte l’anno per le donne.

La salute del donatore è sempre tutelata. I controlli e le visite effettuate a ciascun donatore, periodicamente e prima di ogni donazione, sono uno strumento di medicina preventiva a tutela della sua salute.

 

 

Chi può donare:

ETÀ Uomini e donne di età compresa tra 18 e 65 anni
PESO Più di 50 Kg
PULSAZIONI comprese tra 50-100 battiti/min (anche con frequenza inferiore per chi pratica attività sportive)
PRESSIONE ARTERIOSA tra 110 e 180 mm di mercurio  (Sistolica o MASSIMA) tra 60 e 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA)
STATO DI SALUTE Buono
STILE DI VITA Nessun comportamento a rischio

 

AUTO ESCLUSIONE

E’ doveroso autoescludersi per chi abbia nella storia personale:
• assunzione di droghe
• alcolismo
• rapporti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive (es. occasionali, promiscui, etc.)
• epatite o ittero
• malattie veneree
• positività per il test della sifilide (TPHA o VDRL)
• positività per il test AIDS (anti-HIV 1)
• positività per il test dell’epatite B (HBsAg)
• positività per il test dell’epatite C (anti-HCV)
• rapporti sessuali con persone nelle condizioni incluse nell’elenco
Il 65% degli Italiani di età compresa tra i 18 e 65 anni è potenzialmente donatore, ma solo il 3% dona.
E TU COSA ASPETTI…